Contenuto principale

Messaggio di avviso

(art. 1 comma 6 Legge 107/2015)

(Progetti realizzabili sulla base della disponibilità dell’Istituzione scolastica o, in mancanza, a fronte di finanziamenti o in attuazione di Progetti finanziati da organismi europei, nazionali o regionali)

Denominazione progetto

Progetto “LIM nelle aule

Motivazioni/priorità

1. La LIM è un’innovazione tecnologica per la scuola italiana. Per far sì che essa si trasformi in una reale innovazione didattica è necessario sviluppare metodologie e strategie di insegnamento, che mettano al centro del processo di apprendimento l’alunno e il gruppo classe.

2. La LIM è una risposta all’arretratezza tecnologica delle nostre scuole: oggi la LIM in Italia, così come in gran parte dei Paesi del mondo, è una risorsa della scuola e come tale non deve essere sprecata. È compito del mondo della scuola sperimentare le modalità per rendere sempre più efficace, efficiente e innovativa la didattica, anche mediante l’uso della LIM.

3. La LIM è un’opportunità e una sfida per i docenti. Un’opportunità perché permette di gestire il lavoro in aula in maniera più efficiente; consente di mettere a disposizione degli alunni materiali didattici multimediali e interattivi, che attivano le competenze proprie e degli allievi, utilizzando innumerevoli fonti e risorse digitali. È una sfida perché costringe a far entrare nella scuola l’uso di linguaggi nuovi e nuove risorse per rendere ancora più efficace l’azione di insegnamento, provando nuove soluzioni, sbagliando, modificando setting già utilizzati, mettendosi in gioco insieme agli studenti.

4. La LIM è una risorsa nelle mani degli studenti. Alla LIM ci si va individualmente, in piccolo o in grande gruppo, per elaborare una consegna, per azzardare ipotesi o per tirare le fila di fasi di lavoro svolte in maniera cooperativa al banco, ai computer o nei laboratori di informatica. Alla lavagna non si va più solo per l’interrogazione: ci si va per mettere in gioco le proprie abilità e le proprie conoscenze, anche informatiche, per condividerle con i compagni e con i docenti, per aiutare e per raggiungere gli obiettivi prefissati. Se gli studenti diventano il pubblico, gli spettatori di quanto accade sulla LIM, avremo sprecato ancora una volta la possibilità di innovare la didattica.

5. La LIM è un ambiente di apprendimento. È uno spazio dinamico che si apre verso il Web, ma che, allo stesso tempo, si amplia verso la classe, i banchi e le pareti. Uno spazio in cui ci si muove, si ragiona e si fa scuola, si insegna e si apprende insieme, ciascuno secondo le proprie risorse e i propri limiti. Con la LIM in classe si incentivano processi di apprendimento che vanno dal lavoro al banco al lavoro alla lavagna, fino al lavoro a casa, facendo rimbalzare gli stimoli avanti e indietro, in modo che acquistino man mano significato. La LIM non cancella tutte le altre tecnologie e risorse, anche le più tradizionali, ma le integra in uno spazio comune di lavoro a disposizione della classe.

Denominazione progetto

Progetto “Laboratori di settore per gli Istituti Tecnici”:

· Titolo del Progetto: Laboratorio di domotica.

Tipologia della configurazione richiesta: Laboratorio di Automazione.

· Titolo del Progetto: Laboratorio di tecnologie meccaniche.

Tipologia della configurazione richiesta: Laboratorio misure e prove sui materiali.

· Titolo del Progetto: Laboratorio reti LAN.

Tipologia della configurazione richiesta: Laboratorio sviluppo e applicazione tecnologie informatiche.

· Titolo del Progetto: Laboratorio di microbiologia

Tipologia della configurazione richiesta: Laboratorio di microbiologia

Motivazioni/priorità

Le apparecchiature e i dispositivi proposti per la realizzazione di specifici ambienti di apprendimento nelle classi del triennio si caratterizzano soprattutto per i seguenti motivi:

1) Ricreano processi industriali integrati e polivalenti

2) Sono aderenti alle specifiche indicate nelle linee guida ministeriali

3) Supportano la scuola nella transizione ai nuovi ordinamenti.

Obiettivi

Gli obiettivi che seguono devono necessariamente essere suddivisi per indirizzo.

Per il corso di Elettronica:

· Analisi, dimensionamento di impianti con elevato livello di automazione domotici, conoscenze dei componenti e sistemi per la domotica.

· Utilizzo di software specifici per la progettazione impiantistica e illuminotecnica.

· Corredare di documentazione tecnica il progetto.

· Saper scegliere i materiali e le apparecchiature idonee al tipo di installazione in base alle caratteristiche tecniche e all'ottimo funzionamento degli impianti.

· Verificare e collaudare impianti elettrici.

Per il corso di Meccanica:

Gli obiettivi di apprendimento sono l'acquisizione delle conoscenze fondamentali sulle tecnologie in uso nel settore della moderna meccanica: tecnologie CAD/CAM, software per la gestione della produzione e controllo della qualità.

Per il corso di Informatica e Telecomunicazioni:

· Fornire agli Studenti le informazioni sulle tecnologie e i dispositivi attivi di rete.

· Permettere la comprensione delle caratteristiche dei dispositivi e dei protocolli mediante l'esecuzione di misurazioni eseguite con la più recente strumentazione di misura professionale.

· Eseguire sperimentazioni, con verifica strumentale e con il supporto di materiale didattico, che permetteranno agli Studenti l'acquisizione delle competenze abilità richieste.

Per il corso di Chimica, materiali e biotecnologie:

· Fornire agli Studenti

· Permettere la comprensione.

· Eseguire sperimentazioni, con verifica strumentale e con il supporto di materiale didattico, che permetteranno agli Studenti l'acquisizione delle competenze abilità richieste.

Destinatari

Gli utenti principali di questo progetto sono gli studenti dell'Istituto ma anche figure professionali esterne per mirati corsi di riqualificazione del personale o post-diploma (architetti, ingegneri civili, servizi di manutenzione di impianti privati e pubblici). Si vuole migliorare l'offerta formativa dell'Istituto arricchendola di occasioni formative innovative. Il corso di meccanica cerca di migliorare la qualità degli ambienti degli apprendimenti con macchine e dispositivi ancora inesistenti. Il corso di elettronica vuole offrire dispositivi di automazione generici e facilmente adattabili finanche alla domotica. Infine, il settore informatico cerca di dotarsi finalmente di apparecchiature per lo studio delle reti LAN.

Note metodologiche

L'utilizzo di apparecchiature didattiche integrative alla formazione teorica dei tecnici permette di raggiungere in tempi ridotti le abilità e le conoscenze previste e permette la realizzazione di applicazioni in svariati settori, con competenza sui materiali e le tecnologie costruttive dei sistemi meccanici, informatici, elettronici ed elettrotecnici.

Risultati attesi

L'utilizzo di apparecchiature didattiche integrative alla formazione teorica dei tecnici permette di raggiungere in tempi ridotti le abilità e le conoscenze previste e permette la realizzazione di applicazioni in svariati settori, con competenza sui materiali e le tecnologie costruttive dei sistemi meccanici, informatici, elettronici ed elettrotecnici.

Denominazione progetto

Progetto di potenziamento ed ampliamento delle competenze relative agli impianti elettrici di potenza ed alle energie rinnovabili

Area di potenziamento

Art. 1 c. 7 Legge 107/2015: lettere d), i), m), p) ampliamento del curricolo scolastico - valorizzazione e potenziamento delle competenze professionali.

Motivazioni/priorità

Miglioramento delle competenze tecnico-professionali degli alunni dell’ultimo biennio del corso “Manutenzione ed Assistenza Tecnica”.

Obiettivi

Percorso di “specializzazione” triennale.

Destinatari

Alunni delle classi IV e V dell’indirizzo Manutenzione ed Assistenza Tecnica.

Beni e servizi richiesti per l’attuazione

Per la realizzazione del progetto è auspicabile la realizzazione di un nuovo laboratorio che includa le attrezzature necessarie per la simulazione e lo studio degli impianti elettrici di potenza e delle energie rinnovabili.

I principali apparecchi e sistemi necessari sono:

· simulatore sistema fotovoltaico grid connected per lo studio dell'energia solare con connessione alla rete elettrica;

· generatore eolico versione terra stazione 200w

· impianto solare termico per riscaldamento acqua 100 litri

· software progettazione impianti fotovoltaici

· trasformatore trifase Y-D di potenza 1 kVA;

· quadro di rifasamento automatico 1 kVAR;

· relè di sovracorrente

· relè di guasto a terra

· relè magnetotermico di sovraccorente.