Contenuto principale

Messaggio di avviso

I seguenti Progetti sono stati approvati e inseriti nel PTOF annualità 2018-2019. In caso di loro riproposizione per il Triennio 2019-2022, come per le nuove proposte progettuali, sarà necessario accertarne la fattibilità.

Azioni di integrazione delle aree disciplinari di base: Matematica

Denominazione progetto

Progetto “V Torneo Nazionale di Geometriko - Modello per l’apprendimento strategico della geometria piana”

Priorità

· Riduzione della fascia di sufficienza negli esiti scolastici.

· Miglioramento degli esiti nelle prove per classi parallele da parte degli alunni dell'Istituto.

· Miglioramento degli esiti nelle prove standardizzate di Matematica da parte degli alunni del Biennio.

Obiettivi di processo

· Sostenere una programmazione centrata su competenze e su processi valutativi con prove esperte e strutturate.

· Elaborare e realizzare percorsi didattici finalizzati al potenziamento di conoscenze, abilità e competenze.

· Potenziare le attività e ammodernare gli ambienti laboratoriali.

· Standardizzare e diffondere l'utilizzo di modalità didattiche innovative.

Motivazioni

Il presente progetto può essere l’occasione per consolidare o mettere in atto delle strategie per: migliorare la qualità dell’insegnamento; creare delle situazioni didattiche più stimolanti; favorire lo sviluppo di attività di tipo laboratoriale con l’ausilio di Geometriko; mettere in pratica le competenze acquisite; aumentare l’autorevolezza dell’istituto in termini di innovazione didattica. Geometriko ha l’obiettivo di far sì che elementi di didattica innovativa si diffondano come pratica sistematica e non sporadica o addirittura circoscritta a qualche laboratorio da tenersi in orario extracurricolare. Costituiscono motivazione al progetto anche: - la condivisione di formazione e di strategie di insegnamento; - l’acquisizione di procedure cognitive flessibili e generalizzabili; - la riduzione dell’insuccesso scolastico.

Destinatari

Alunni di 6 classi di Biennio così suddivise: 3 classi provenienti dall’indirizzo liceale e 3 dall’indirizzo tecnico.

Azioni di integrazione delle aree disciplinari di base: Scienze

Denominazione progetto

Progetto ”Crescita cristalli”

Priorità

· Riduzione del 2% degli esiti di non ammissione in particolare nelle classi iniziali.

· Riduzione del 2% annuo delle valutazioni comprese fra 60 e 70 agli esami.

Obiettivi di processo

AREA DI PROCESSO: Curricolo, progettazione e valutazione

· Sostenere una programmazione centrata su competenze e su processi valutativi con prove esperte e strutturate.

· Elaborare e realizzare percorsi didattici finalizzati al potenziamento di conoscenze, abilità e competenze.

AREA DI PROCESSO: Ambiente di apprendimento

· Potenziare le attività e ammodernare gli ambienti laboratoriali.

· Standardizzare e diffondere l'utilizzo di modalità didattiche innovative.

AREA DI PROCESSO: Continuità e orientamento

· Rendere sistematiche le attività di continuità verticale e di riorientamento.

AREA DI PROCESSO: Sviluppo e valorizzazione delle risorse umane

· Incrementare la collaborazione nelle attività organizzative e diffondere il modello della learning organization.

· Diffondere un modello formativo basato su buone pratiche e la formazione tra pari.

Motivazioni

Il progetto prevede l'iscrizione al concorso nazionale "Crescita cristalli" promosso dall'Associazione nazionale di cristallografia. Attraverso questo progetto si gli studenti lavoreranno in laboratorio per far crescere cristalli di varie sostanze in varie condizioni per poter partecipare al concorso.

Il progetto è pensato per la valorizzazione delle eccellenze per cui la partecipazione ad un compito sfidante come la partecipazione ad un concorso è uno strumento per sviluppare e valorizzare competenze specifiche e trasversali ad un livello elevato Il progetto si realizzerà durante le ore pomeridiane.

Coerenza con il PTOF

Il progetto è in linea con quanto indicato dal RAV e dal PdM come una delle priorità per l'ampliamento dell'offerta formativa del PTOF. La valorizzazione delle eccellenze attraverso la partecipazione a gare nazionali è un obiettivo prioritario da perseguire.

Destinatari

Alunni del Biennio.

Denominazione progetto

Progetto ”Radon junior”

Priorità

Competenze chiave europee.

Obiettivi di processo

Sviluppo di progetti trasversali che favoriscano i processi metacognitivi indispensabili per esperire la cittadinanza attiva.

Motivazioni

Stimolare la riflessione sulla sostenibilità ambientale dei comportamenti umani e delle attività antropiche.

Destinatari

N. 25 alunni delle classi Seconde.

Denominazione progetto

Progetto ”Radon senior”

Priorità

Competenze chiave europee.

Obiettivi di processo

Sviluppo di progetti trasversali che favoriscano i processi metacognitivi indispensabili per esperire la cittadinanza attiva.

Motivazioni

Stimolare la riflessione sulla sostenibilità ambientale dei comportamenti umani e delle attività antropiche.

Destinatari

N. 25 alunni delle classi Quarte e Quinte.

Educazione alle arti e alla comunicazione

Denominazione del progetto

Progetto “Facciamo teatro”

Priorità

· Riduzione della fascia di sufficienza negli esiti scolastici, in particolare quelli relativi agli esami di Stato.

· Riduzione del 2% degli esiti di non ammissione in particolare nelle classi iniziali.

· Riduzione del 2% annuo delle valutazioni comprese fra 60 e 70 agli esami.

Obiettivi di processo

AREA DI PROCESSO: Curricolo, progettazione e valutazione

· Sostenere una programmazione centrata su competenze e su processi valutativi con prove esperte e strutturate.

· Elaborare e realizzare percorsi didattici finalizzati al potenziamento di conoscenze, abilità e competenze.

Motivazioni

Il progetto nasce dall'analisi dei fattori che impediscono la realizzazione degli obiettivi di sviluppo formativo degli alunni che si manifestano come disagio, incapacità dì comunicare e di integrarsi. Il teatro nella scuola si pone come "tempo" e strumento e anche spazio comunicativo teso ad attivare e favorire forme di scambio culturale, intellettuale ed umano, di collaborazione e rispetto dell'altro. Per questo il teatro con i suoi linguaggi diversi diventa sia uno strumento formativo utile, sia strumento pedagogico trasversale per tutti i linguaggi e le discipline curriculari, potenziando le capacità critiche e creative dell'alunno.

Destinatari

15/20 studenti

Denominazione progetto

Progetto "Newspapergame

Priorità

· Riduzione della fascia di sufficienza negli esiti scolastici, in particolare quelli relativi agli esami di Stato.

· Riduzione del 2% degli esiti di non ammissione in particolare nelle classi iniziali.

· Riduzione del 2% annuo delle valutazioni comprese fra 60 e 70 agli esami.

Obiettivi di processo

AREE DI PROCESSO: Curricolo, progettazione e valutazione - Ambiente di apprendimento - Sviluppo e valorizzazione delle risorse umane.

· Sostenere una programmazione centrata su competenze e su processi valutativi con prove esperte e strutturate.

· Elaborare e realizzare percorsi didattici finalizzati al potenziamento di conoscenze, abilità e competenze.

Motivazioni

Obiettivo fondamentale della scuola è la formazione del cittadino di domani, da un lato consapevole dei suoi diritti e dei suoi doveri, dall’altro in grado di leggere ed interpretare la società, avendo come traguardi l’autorealizzazione e la creazione di un mondo vivibile.

Il progetto di laboratorio giornalistico - che vede coinvolti i nostri allievi con il prestigioso quotidiano “La Gazzetta del Mezzogiorno” e l’iniziativa del “NewsPapergame”- contribuisce a raggiungere i seguenti obiettivi.

Destinatari

Max 30 studenti del Triennio per la scrittura della pagina delgiornale; studenti anche del Biennio per l’attività di scrittura giornalistica per il blog della “Gazzetta”. L’adesione è volontaria su indicazione del docente di Lettere.

Denominazione progetto

Festival nazionale del giornalismo – Notte bianca

Priorità

Sviluppo di progetti trasversali che favoriscano i processi metacognitivi indispensabili per esperire la cittadinanza attiva.

Obiettivi di processo

Elaborazione di un progetto trasversasle da estendere a tutti gli studenti del Triennio.

Motivazioni

Una Notte Bianca con un grande concerto finale a conclusione di un festival di giornalismo è certamente un modo diverso ed originale per avvicinare al mondo della comunicazione giovani tra i 16 e i 19 anni (triennio) provenienti dalle diverse Regioni di Italia. In una realtà sociale in cui si susseguono sempre più episodi di intolleranza, conoscere e confrontarsi festeggiando la libera informazione e i diversi giornalismi radiofonico, televisivo, web e cartaceo diventa strumento efficace per la formazione del cittadino di domani, cosciente dei diritti e dei doveri, dei bisogni e dei valori che gli insegnano a leggere ed interpretare la società stessa, avendo come fine l’autorealizzazione e la creazione di un mondo vivibile. Il nostro Istituto, consapevole che la corretta informazione migliori lo studio e liberi dai pregiudizi, ha, quindi, aderito al progetto che vede coinvolti i nostri allievi, studenti di altre Regioni, il CO.RE.CO Puglia, la Cooperativa Doc.Press, il Comune di Sava.

Destinatari

Max 30 studenti del Triennio per la costituzione del gruppo di lavoro scrittura della pagina del giornale. L’adesione è volontaria su indicazione del docente di Lettere.

Azioni di integrazione delle aree disciplinari di base: Elettronica

Denominazione progetto

Addetti ai lavori elettrici — Norma CEI 11-27:2014

Priorità

Elaborazione di almeno un progetto trasversale da estendere a tutti o a parte dei corsi di studio.

Obiettivi di processo

Competenze chiave europee.

Motivazioni

Acquisire consapevolezza dei rischi presenti nel luogo di lavoro e della loro prevenzione.

Destinatari

Max 20 alunni delle V classi indirizzo Elettronica.

Azioni di integrazione delle aree disciplinari: Informatica

Denominazione progetto

Corso in preparazione dell’ECDL BASE (START)

Priorità

Competenze digitali.

Obiettivi di processo

Competenze chiavi europee.

Motivazioni

Preparare gli alunni a sostenere i moduli della certificazione ECDL BASE (START).

Destinatari

20 alunni del Biennio di tutti gli indirizzi (eccellenze)

Azioni di inclusione

Denominazione progetto

Biblioteca scolastica “SPAZIO LIB(E)RO”

Priorità

Area di processo:

1) Sviluppo e valorizzazione delle risorse umane;

2) Ambiente di apprendimento: Recupero, riallestimento e valorizzazione della biblioteca del nostro Istituto.

Obiettivi di processo

· Potenziare le attività e ammodernare gli ambienti laboratoriali;

· Incrementare la collaborazione nelle attività organizzative e diffondere il modello della learning organization;

· Diffusione di un modello formativo basato su buone pratiche e la formazione tra pari.

Motivazioni

· Potenziamento della creatività e della manualità;

· Potenziamento della motivazione alla lettura;

· Sviluppo della capacità di condivisione di beni personali e collettivi;

· Sostenere e incoraggiare le attitudini e le vocazioni degli studenti;

· Ridurre lo svantaggio scolastico, recuperando quegli allievi che hanno perso motivazione e volontà di competere, favorendo qualsiasi forma di inclusione, proteggendo in particolare le fasce più deboli dell’utenza e contrastando la dispersione scolastica.

Destinatari

Alunni BES, alunni di tutto l’istituto che saranno selezionati in base alle loro attitudini, docenti di sostegno e tutti i docenti che vorranno collaborare

Educazione alla cittadinanza attiva

Denominazione progetto

Processo al libro

Priorità

· Riduzione del 2% degli esiti di non ammissione. Riduzione del 2% annuo delle valutazioni comprese fra 60 e 70.

· Miglioramento delle performance rilevate dalle prove per classi parallele e dalle prove Invalsi.

· Elaborazione di almeno un progetto trasversale da estendere a tutti o a parte dei corsi di studio.

Obiettivi di processo

Sviluppo di progetti trasversali che favoriscano i processi metacognitivi indispensabili per esperire la cittadinanza attiva.

Motivazioni

Il processo al libro mira a:

· promuovere edincentivare l'interesse per la lettura;

· sviluppare unapproccio critico al sapere;

· incentivare il cooperative learning tra gli alunni dei diversi indirizzi di studio dell’Istituto.

Destinatari

Alunni delle classi Terze – Fascia medio-bassa e medio-alta.

Denominazione progetto

BAMPCINEMA — Un solo frame dallo Jonio all’Adriatico

Priorità

Elaborazione di almeno un progetto trasversale da estendere a tutti o a parte dei corsi di studio.

Obiettivi di processo

Sviluppo di progetti trasversali che favoriscano i processi metacognitivi indispensabili per esperire la cittadinanza attiva.

Motivazioni

Il progetto mira a:

· sviluppare un approccio critico al sapere;

· potenziare le competenze chiave.

Destinatari

Alunni delle classi del Triennio, vari indirizzi.

Denominazione progetto

Un video per donare

Priorità

Elaborazione di almeno un progetto trasversale da estendere a tutti o a parte dei corsi di studio.

Obiettivi di processo

Sviluppo di progetti trasversali che favoriscano i processi metacognitivi indispensabili per esperire la cittadinanza attiva.

Motivazioni

Sensibilizzare l’utenza alla cultura della solidartietà.

Destinatari

20 alunni ed alunne del Triennio.

Educazione allo sport

Denominazione progetto

Attività complementari di Scienze motorie e sportive. Campionati studenteschi a.s. 2019-2020.

Priorità

Nella varietà dei servizi di utilità sociale offerti da questo Istituto, un ruolo importante è ricoperto dalle attività motorie rivolte ai gruppi scolastici appartenenti al ciclo di questa Scuola.

Obiettivi di processo

Le finalità generali di questo progetto sono le stesse contenute nelle “indicazioni per il curricolo” corpo-movimento-sport.

Motivazioni

Il progetto promuove la conoscenza del proprio corpo, la relazione con l'ambiente, nonché le regole su cui si fonda la convivenza civile.

Obiettivi sono la formazione della personalità dell’alunno, il benessere psico-fisico e ad uno stile di vita corretto e salutare. L'esperienza motoria induce vantaggi psicologici con se stessi e con gli altri. In particolare gli alunni della nostra scuola provengono da ambienti familiari socio-economici e culturali abbastanza deprivati, a volte carenti di stimoli atti ad una crescita armoniosa della persona.

L'organizzazione di diverse discipline sportive assume, quindi, rilevante importanza nel rappresentare valide risposte ad una richiesta di servizio sociale, oltre che di curricolo educativo e didattico.

Destinatari

Saranno coinvolti tutti gli alunni dell’Istituto.

Diffusione di modalità didattiche innovative

Denominazione

Progetto “Uso delle calcolatrici grafiche Casio FX-CG 50 come strumenti per una didattica laboratoriale”

Priorità

Riduzione della fascia di sufficienza negli esiti scolastici, in particolare quelli relativi agli esami di Stato, a favore di fasce valutative più elevate.

Obiettivi di processo

· Sostenere una programmazione centrata su competenze e su processi valutativi con prove esperte e strutturate.

· Elaborare e realizzare percorsi didattici finalizzati al potenziamento di conoscenze, abilità e competenze.

· Potenziare le attività e ammodernare gli ambienti laboratoriali.

· Standardizzare e diffondere l'utilizzo di modalità didattiche innovative.

Motivazioni

L’attività mira, da un lato, al successo informativo e scolastico degli alunni, favorendo la sperimentazione e l’utilizzo di strumenti tecnologici per realizzare ambienti di apprendimento collaborativi e mobili che facilitino l'adozione di pratiche didattiche attente alla dimensione laboratoriale e l’acquisizione di competenze per il problem solving, dall'altro alla motivazione ed aumento dell'autostima degli stessi.

Destinatari

Alunni del Secondo Biennio e del Quinto anno del Liceo S.A.

Integrazione con il territorio

Denominazione progetto

Concorso "Stilisti...di classe"

Priorità

· Riduzione della fascia di sufficienza negli esiti scolastici, in particolare quelli relativi agli esami di Stato.

· Riduzione del 2% degli esiti di non ammissione in particolare nelle classi iniziali.

· Riduzione del 2% annuo delle valutazioni comprese fra 60 e 70 agli esami.

Obiettivi di processo

AREA DI PROCESSO: Integrazione con il territorio e rapporti con te famiglie

· Incrementare e consolidare i rapporti con le imprese, gli enti, le associazioni e le Istituzioni del territorio anche ai fini delle attività di ASL.

· Migliorare le relazioni con tutti i portatori di interesse.

Motivazioni

Il concorso è rivolto agli studenti delle scuole Primarie e Secondarie di Primo grado residenti nei Comuni limitrofi e mira a valorizzare e promuovere la loro fantasia, creatività e talento. Obiettivo prioritario è quello di offrire la possibilità per approfondire la relazione tra mondo della moda e realtà; dalla creazione dei modelli all'esecuzione degli abiti. " I ragazzi ci mettono l'idea, noi del corso Artigianato per il made in Italy la realizziamo".

Destinatari

Gli alunni del corso artigianato per il Made in Italy.

Denominazione progetto

Progetto “Sfilata di moda”

Priorità

Riduzione della fascia di sufficienza negli esiti scolastici, in particolare quelli relativi agli esami di Stato.

Obiettivi di processo

· Riduzione del 2% degli esiti di non ammissione in particolare nelle classi iniziali.

· Riduzione del 2% annuo delle valutazioni comprese fra 60 e 70 agli esami.

Motivazioni

La "Sfilata di moda " è un progetto storico del corso "Artigianato per il made in Italy", è una tradizione legata anche al territorio, infatti ogni anno l'evento è inserito nelle iniziative del "Giugno Savese". Attraverso questa manifestazione si promuove la scuola nel suo complesso e le attività del corso nello specifico. Nel corso dell'a.s. si opera seguendo l'iter procedurale tipico delle aziende del settore moda, attività che si concludono con la sfilata di moda, cioè con la presentazione dei nuovi capi di abbigliamento realizzati dagli alunni di tutte le classi. Gli studenti si occupano: delle attività di ideazione, progettazione e realizzazione di capi d'abbigliamento.

Destinatari

Gli alunni del corso artigianato per il Made in Italy.